Bando Commercio Veneto POR 3.1.1

BANDO COMMERCIO VENETO POR 3.1.1

BENEFICIARI

Tipologia

Possono essere beneficiari del sostegno, per il tramite del Capofila, le Piccole e Medie Imprese (PMI) riunite in forma aggregata. Le imprese devono esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei seguenti settori:

– G “Commercio all’ingrosso e al dettaglio”;

– I 56 “Attività dei servizi di ristorazione”;

con esclusione dei seguenti gruppi:

45.11.02 (Intermediari del commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri)

45.19.02 Intermediari del commercio di altri autoveicoli)

45.2 (Manutenzione e riparazione di autoveicoli)

45.31.02 (Intermediari del commercio di parti ed accessori di autoveicoli)

45.40.12 (Intermediari del commercio di motocicli e ciclomotori)

45.40.22 (Intermediari del commercio di parti ed accessori di motocicli e ciclomotori)

45.40.30 (Manutenzione e riparazione di motocicli e ciclomotori)

46.1 (Intermediari del commercio);

Il partenariato deve avere una composizione minima di n. 3 imprese. Il numero minimo di imprese aderenti all’aggregazione dovrà essere mantenuto sino al triennio successivo all’erogazione del saldo del sostegno. Ciascuna impresa può partecipare solo ad una aggregazione.

TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI

Interventi ammissibili

Gli interventi che possono essere finanziati tramite il presente Bando sono finalizzati allo sviluppo e alla valorizzazione dell’offerta commerciale territoriale attraverso l’ammodernamento tecnologico di macchinari e attrezzature ed investimenti in beni intangibili e per il sostegno all’accompagnamento dei processi riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, anche mediante l’impiego di tecnologie ICT.

Spese ammissibili

a)Macchinari, attrezzature, hardware e software:

• realizzazione di sistemi logistici e di strutture ed attrezzature per l’approvvigionamento e la distribuzione fisica delle merci e per la gestione dei servizi connessi; la realizzazione di reti telematiche che consentano l’accesso a servizi innovativi, a servizi di assistenza e ad altre informazioni offerte da imprese appartenenti alla stessa filiera produzione-distribuzione o a settori economici collegati;

• acquisizione di nuove attrezzature anche per spazi esterni ai locali che favoriscano l’attrattività commerciale (facciate, infissi, insegne, illuminazione esterna, e gazebo, arredi per esterni, ingressi, parcheggi privati, vetrine, tende, dehors, tavoli e sedie da esterno, chioschi per le edicole,) compresa manodopera, installazione ed opere murarie strettamente connesse alla posa in opera delle attrezzature finanziabili;

• acquisizione di attrezzatura per la difesa dei punti vendita e degli utilizzatori con particolare riferimento alla prevenzione di eventi criminosi (sistemi antintrusione, antitaccheggio e antirapina, installazione di collegamenti telefonici, telematici ed informatici strettamente finalizzati al collegamento degli impianti di sicurezza con centrali di vigilanza; installazione di sistemi di videosorveglianza o video protezione;

• realizzazione di impiantistica multimediale per l’utilizzo di tecnologie in funzione dello svolgimento dell’attività commerciale (cablaggio, aree wi-fi, ecc..);

• acquisizione, estensione o rafforzamento degli interventi di innovazione tecnologica degli strumenti digitali per la vendita e la promozione (es. sistemi di gestione del magazzino integrati con il sito web di e-Commerce, sistemi di web marketing, sistemi digitali di presa dell’ordine per i pubblici esercizi, sviluppo di app e mobile site per le fasi di pre-vendita, post-vendita vetrine interattive, espositori innovativi, interfacce, vetrofanie).

b) Cicli, ciclomotori e motocicli elettrici per l’utilizzo strettamente correlato alla tipologia di attività esercitata (per esempio: consegna a domicilio), fino ad un massimo di euro 3.000,00;

c) Spese di assistenza tecnico-specialistica, intesa quale assistenza strategica ed operativa prestata da soggetti esterni all’aggregazione per lo sviluppo e il coordinamento operativo del progetto, fino ad un massimo di euro 6.000,00.

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% dell’ammontare delle spese ammissibili, nel limite massimo di contributo pari ad euro 150.000,00.

Tutti le imprese aderenti all’aggregazione devono partecipare al progetto. La soglia minima di partecipazione alle spese del progetto di ogni soggetto appartenente all’aggregazione deve essere pari ad almeno 10.000,00 euro.

L’intero progetto dovrà prevedere, per singola aggregazione, una dimensione minima di investimento pari ad almeno 30.000,00 euro ed una soglia massima ammissibile pari ad euro 300.000,00.

OPERATIVITÀ

Domande dalle ore 10:00 del 31 maggio alle ore 31 luglio 2019.

RISORSE UTILI

Se interessato a ricevere ulteriori informazioni, richiedile a segreteria@isinetconsulting.it o contattaci direttamente allo 049.2020182

Maggiori informazioni

 

Stampa